A night at the opera

Un attore, essere umano, che ama un altro attore, essere umano anche lui.

Mutevolezza che ama altra mutevolezza.

L’amore, eterna ricerca di sincronizzazione tra mutevolezze, cedevole nella struttura: mai assoluto.
Impraticabile utopica avventura nella foresta delle incertezze.

Indispensabile perché affascinante, necessario perché tutto fuorché costante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: