Una prova scadente

La qualità della danza delle idee,
è indipendente dalla loro quantità:
vanità di chi scrive o di chi legge?

Emerge un senso di paura, rotto soltanto dalla pioggia…
già, mi sento solo.

Volo senza aria, ritrovo me stesso nelle note,
te, vorresti stare con me, malinconia?
Mania di voltarsi indietro e smania di occultare il futuro,
duro!
Mi infilo la lingua in bocca e stringo i denti,
perdenti saranno i miei tentativi di rivolta?

Real fun, let’s all underachieve

Segni di rivolta sulla pelle,
e colpi,
scolpiti sul cuore.

Bang!
Bang!
Bang!

Riprendi a battere, figlio di puttana
nasconderti è troppo facile.
Levati di dosso quel nero, figlio di puttana!
Mi infilo la lingua in bocca e stringo i denti,
perdenti saranno i miei tentativi di rivolta?

Stringo tra i denti le carni di mia madre,
resto in silenzio a masticare la sua paura.
Pura non mi sembra la sua carne e la mastico,
continuo a tenerla in bocca e rimane lì…
li ho avvertiti tutti che sono debole!

Le mie carni devono espellere il suo corpo,
di colpo devo deglutire o morirò del suo dolore.
Odore del mio corpo straziato, strazierà il suo,
di dolore.

She’s gone and I’m beyond
A color scheme of loneliness
Now my Roman numeral is lost
As “one” and “I” are now divorced
Your wishes are my command

Taglierò i fili.
Li taglio e vivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: