Sopravvivenza

Continuiamo ad arrampicare. Sulla roccia instabile, sempre verso l’alto, sulla linea diretta. Non si riesce più a vedere quasi niente. Di nuovo pesanti coltri di nebbia si sono richiuse sulle nostre teste. Non mi preoccupo. Dal momento che stiamo salendo una cresta e abbiamo in mente solo la fondamentale strategia della sopravvivenza. Siamo solo noi stessi, e solo insieme abbiamo un senso. Quindi è come se fossimo tornati a schemi di comportamento appresi chissà quando nel corso della nostra evoluzione e poi dimenticati. Per noi uomini la sopravvivenza è tutto. Fin dall’inizio. Originariamente non fummo certo determinati per vivere in un condominio e starcene seduti davanti allo schermo di un computer. Siamo stati creati per cacciare, lottare, per salvaguardare la vita nostra e della nostra stirpe. Molti dei riflessi e delle pulsioni a ciò collegati si sono atrofizzati nella moderna civilizzazione, ma allo stato latente sopravvivono tuttora. Molti ne avvertono la mancanza, a livello subliminale, e per questo motivo vanno in cerca di situazioni complesse, per poter in una certa misura esercitarsi ancora nell’arte di sopravvivere. Questo desiderio, che esiste solo nel subconscio, è molto più diffuso di quanto non indichino le statistiche.

Reinhold Messner

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: