Perfetto

“Sì, hai capito bene, si sono presi l’imperfetto.”
“Perché avrebbero dovuto lasciarlo a te?”
“Non era a me che dovevano lasciarlo, ma a tutti. E non l’hanno fatto. L’imperfetto ci appartiene, Louis!”
“Bene. Ma, spiegami, come è possibile incatenare un simbolo amorfo?”
“Pensa all’evoluzione, Louis. L’evoluzione! Catatonica sarebbe l’evoluzione se a regnare fosse la perfezione. Ma questo, che sembra così evidente è l’arma che utilizzano per sottometterci.”
“Nulla da dire. Ma, Charles, avrei sostenuto esattamente il contrario! Il processo di evoluzione è per definizione perfetto.”
“E invece è proprio il contrario. Evolvere è mettere a frutto i propri errori. Senza la possibilità di movimento, endemica nell’equivocato, è impossibile pensare ad una dinamica del processo evolutivo. Ma tornando all’imperfetto… hanno voluto avvolgerlo nel polietilene, così da bloccarlo ma rendendolo visibile, come a dire: ‘Guardate l’orrore dell’imperfetto!’, e così facendo hanno potuto aprire le porte a techne.
“Mi guardo intorno e scorgo un branco di segni come se fossero ungulati nel mezzo della steppa. Raccolti e poi divisi. Ma di certo tornerò da te, Charles, e lo farò perché mi preme conoscere la verità!”
“La verità? Se ti preme conoscere la verità, amico mio, non tornare da me perché sarei pronto a frantumarla.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: