Tracce

Della sabbia rimangono soltanto i granelli, vicini come i pensieri.
Ci sono quelle canzoni che ti aiutano a stenderti sopra a quella spiaggia, dove i pensieri stazionano, sereni sotto un cielo appena nuvoloso e pieno di vento. I Kashmir sono riusciti a rendere quello stato d’animo, necessario, con pochi toni, una voce lievemente strascicata, appesa alla voce del piano. Essenziale. Quando riesci a rendere con poco più di 3 minuti i ricordi nella testa di qualcuno, chiari e sereni, allora hai fatto un buon lavoro.

Lei è nell’oceano. Lui è sulla sabbia.
Questo importa, in primavera, anche quando sei agitato. Quello che importa è ricordare il rumore del vino bianco versato in un bicchiere. E perdersi.

Cos’altro mi ricorda? 15 anni. L’età del pensiero principe: il pensiero di non avere pensieri. E quegli ormoni che ti esaltano, che ti vestono da Superman e ti regalano l’invincibilità a costo di… a nessun costo.

La cosa più incantevole della musica è che ti riporta alla mente pensieri che non potevi credere di avere ancora nascosti dentro di te. E pare che siano stati vissuti da appena qualche minuto.
Poco più di 3, per l’esattezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: