Trasformare il mondo in cristallo.

_VAR1993.jpg

Traslasierra – Argentina 2017

Il poeta, secondo Emerson, è in grado di trasformare il mondo in cristallo; è colui che attinge dalla semplicità originaria, ed è in grado di suscitare autentica energia creativa.

In virtù della possibilità di attingere a questa semplicità originaria e della concezione secondo la quale un pensiero arriva a porre un’essenziale correlazione e conformità fra l’uomo come microcosmo insieme con l’universo come macrocosmo, vi è una similitudine con la visione platonica della realtà.

Emerson ama la Natura, in quanto equivalente sensibile dello spirito. La civiltà, invece è complicata e tortuosa, è decadenza e il tempo della città  è scandito da segnali dannosi, mentre in natura lo scorrere delle ore e del tempo ha ritmi più sereni, genuini, che segnano la crescita della gioia e si alimentano di essa.

Si tratta quindi di una Natura che non è più quella idilliaca, che trovavamo nell’Arcadia, ma, allo stesso tempo, mantiene ciò nonostante la sua solitaria ed incantata imponenza e una misteriosa quanto avvincente estraneità per l’uomo.

Dove si colloca la sofferenza inflitta coscientemente dall’uomo, all’interno della Natura?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: